Duplice Realtà

L’utilizzo della Duplice Realtà nel Mentalismo (ebook+7 Video)

(Torindo Colangione)

DUPLICE: Che è fatto tra due soggetti, persone. Che si compone di due parti o elementi differenti.
REALTÀ: carattere di ciò che è reale, concreto, vero. Es: avere, non avere il senso della realtà.
Ho voluto cominciare questa introduzione al libro con il sunto del significato delle due parole che caratterizzeranno questo lavoro così come risultano dai dizionari della lingua italiana.
Questo perché l’essenza degli argomenti che tratteremo si basa proprio su questi due termini che andremo ad analizzare nei vari aspetti e sfaccettature ogni volta che questi risulteranno essere al centro del tema dato dai vari effetti che andrò a descrivere.
Solitamente quando si parla di mentalismo ci si ritrova a immaginare “esperimenti mentali” nei quali un esecutore attraverso le proprie capacità riesce a compiere prodigi in relazione ad una o a più menti con le quali va a confrontarsi; rivelando pensieri altrui, prevedendo azioni che verranno compiute, dimostrando di poter influenzare scelte ecc.
Se riflettete un attimo su ciò che ho appena descritto scoprirete che fra i vari esempi c’è un elemento non esplicato, ma che accomuna un po’ le varie descrizioni; Quale? Il tempo! E vi spiego il perché; Noterete che in ogni esempio, nel quale ovviamente i protagonisti sono l’esecutore e uno o più spettatori, il “climax” quindi il momento in cui ad esempio il mentalista dimostra di aver previsto un’azione fatta poi da una persona mostrandola su un foglio nel quale aveva scritto in precedenza tale azione, è dato dall’elemento spazio-tempo nel quale si svolge l’esperimento.
Per cui le capacità dell’esecutore saranno credibili nel momento in cui dimostrerà che ciò che lo spettatore farà, dirà o penserà sarà stato già previsto e documentato “prima” che tali azioni avvengano e ovviamente non dopo! Questo però non significa che le azioni debbano essere sempre eseguite l’una prima dell’altra o viceversa.
Ci sono molti effetti in cui ad esempio l’esecutore dimostra di riuscire a leggere nella mente di uno spettatore duplicando in contemporanea un disegno solo pensato, e che quest’ultimo sta tratteggiando in segreto su un foglio, quindi non una previsione ma una lettura del pensiero altrui nel momento stesso in cui lo spettatore lo sta formulando.
Ma è sempre una questione di spazio-tempo dato che questi elementi nel mentalismo possono essere gestiti in modo tale che, l’esecutore crei una realtà “irreale” e soggettiva mentre la percezione da parte del pubblico o di uno spettatore sarà un fatto reale e oggettivo!
Per sottolineare le differenze con un gioco di prestigio facciamo l’esempio di un classico con le carte, lì dove ne viene scelta una da uno spettatore che poi la disperde nel mazzo e l’esecutore la ritrova nella maniera a lui più congeniale.
In questo caso c’è l’azione di una persona e l’azione del prestigiatore, entrambi davanti ad un “oggetto” tangibile quale il mazzo di carte.
Quindi anche se segreta, ci sarà un’azione materiale da parte dello spettatore nello scegliere una carta ed un’altra azione materiale da parte del cartomago nel ritrovarla magicamente!
Il tutto non necessita di azioni tali a giustificare ad esempio previsioni, quindi non ci sarà un tempo precedente di previsione e un tempo successivo di rivelazione, ma la capacità di riuscire a ritrovare qualcosa di materiale anche se scelta in apparente segretezza.
Questo è un gioco di prestigio che però potrebbe diventare un esperimento di mentalismo se ad esempio la carta non venisse scelta guardandola e prelevandola dal mazzo, ma venisse soltanto pensata!
In questo caso l’esecutore risulterebbe alla platea uno che sta leggendo palesemente nella mente dello spettatore, ignaro che, insieme al pubblico è una “vittima” di una duplice realtà che però, come vedremo più avanti in uno degli effetti che descriverò risulterà essere una sola dato che si paleserà in modo evidente!
Rifacendo invece l’esempio del disegno duplicato in contemporanea a quello che in segreto lo spettatore sta eseguendo, la realtà oggettiva sarà quella per la quale gli spettatori vedono sotto i propri occhi una persona che sta solo pensando una figura e la sta tratteggiando in segreto su un foglio, e dall’altra parte un mentalista che riesce a leggere nel pensiero altrui duplicandone il disegno!
Ma può esistere una seconda realtà, quella che solo il mentalista conosce e che gestisce in modo tale che un pensiero di uno spettatore, chiesto su un palco durante lo spettacolo, magari sia solo un rifare una domanda a qualcuno che precedentemente aveva ricevuto l’invito a collaborare durante lo show, e al quale in maniera subdola gli sia stato “rubato” quel pensiero senza che egli potesse accorgersi e che poi risulterà essere stato concepito soltanto nel momento in cui l’esecutore, davanti al pubblico con la giusta capacità di linguaggio, chiederà ad essi di pensare ad un oggetto da disegnare in segreto.
Quindi una realtà nascosta ed una realtà mostrata e dimostrata! che per gli spettatori risulterà essere unica ed inequivocabile!
Questo non è che un piccolo esempio di duplice realtà, fra l’altro concepita con un’azione preventiva da parte del mentalista che, cercando la collaborazione di una persona prima di uno show o prima dell’esecuzione dell’effetto si impossessa di una informazione perché poi possa risultare per i più, utilizzando le “giuste parole”, una lettura del pensiero carpita in quel momento davanti ai loro occhi.
Come potrete verificare in questo libro ci sono anche esempi per i quali la “duplice realtà” si verrà a creare proprio durante l’esibizione senza alcuna azione preventiva, e sarà proprio la normale procedura di esecuzione che nasconderà una realtà segreta che servirà affinché gli altri possano assistere a miracoli mentali come previsioni, percezioni tattili a distanza, predizioni, letture attraverso libri e quant’altro.
Ma questa vera e propria “Arte” nell’arte del mentalismo può presentare tantissimi aspetti e sfumature che assumono concezioni diverse a seconda della loro applicazione, e che si modelleranno diversamente fra loro in virtù del tipo di effetto o esperimento che andremo ad analizzare in questo volume.

 

In questo ebook trovi:

  • NOTA BIOGRAFICA
  • INTRODUZIONE
  • PREMESSE
  • PENSIERO DUPLICATO
  • EFFETTO
  • PRESENTAZIONE
  • SPIEGAZIONE
  • AVVERTENZE
  • SO COSA STAI PENSANDO
  • EFFETTO
  • PRESENTAZIONE
  • SPIEGAZIONE
  • BOOK TEST (la scelta del mago)
  • EFFETTO
  • PRESENTAZIONE
  • PREMESSA ALLA SPIEGAZIONE
  • SPIEGAZIONE 1° VERSIONE
  • SPIEGAZIONE 2° VERSIONE
  • DAVIDE E GOLIA (Tossed deck)
  • EFFETTO
  • PRESENTAZIONE
  • SPIEGAZIONE
  • STAMPE MENTALI
  • EFFETTO
  • PRESENTAZIONE
  • SPIEGAZIONE
  • PENSA UNA CARTA!
  • EFETTO
  • PRESENTAZIONE
  • SPIEGAZIONE
  • 1° possibilità
  • 2° possibilità
  • DUE SOFFI AL CUORE ( PSYCHOKINETIC BREATH )
  • PRESENTAZIONE
  • SPIEGAZIONE
  • CONCLUSIONE

 

Formato Pdf  99 Pagine

Formato epub per dispositivi mobili

Formato mobi (Kindle Amazon)

 

DESCRIZIONE EFFETTI

 

PENSIERO DUPLICATO

Il mentalista chiede a due volontari di partecipare ad un esperimento di trasmissione e ricezione del pensiero; L’esecutore mostra due biglietti sui quali ci saranno scritti i due ruoli differenti  ( trasmittente/ricevente ) destinati poi a sorte ai due spettatori. Il trasmittente pensa liberamente una figura che andrà a disegnare in segreto su un foglio, mentre il ricevente cerca di recepire il pensiero del primo spettatore. Le due figure risulteranno essere le stesse!

SO COSA STAI PENSANDO

Il mentalista invita uno spettatore a chiudere gli occhi e ad immaginare liberamente un’azione. Mentre il volontario che è ad occhi chiusi pensa all’azione “nella sua mente”, l’esecutore mima dei gesti mostrandoli al pubblico, dopodiché chiede allo spettatore che sta pensando in segreto, di mimare il suo pensiero; I suoi gesti saranno identici a quelli mostrati dal mentalista poco prima!

BOOK TEST

Il mentalista invita un volontario a sfogliare due libri ( anche presi in prestito ) e a scegliere uno dei due. Una volta scelto, l’esecutore prende il volume rimasto e senza guardare fa scorrere le pagine chiedendo allo spettatore di dirgli stop in un punto qualsiasi. Al comando del volontario il mentalista ( sempre con lo sguardo altrove ) gli chiede di visionare senza dirlo il numero di pagina. Ora lo spettatore apre il “suo” libro alla pagina corrispondente e memorizza in segreto le prime due – tre parole iniziali. Il mentalista incredibilmente saprà pronunciare ogni parola che lo spettatore ha in mente!

DAVIDE E GOLIA

L’esecutore mostra un mazzo di carte ben mescolato avvolgendolo in un elastico per poi lanciarlo tra il pubblico. Lo spettatore che lo avrà preso dovrà sollevare una porzione memorizzando la carta sollevata, dopodiché lo stesso spettatore lo lancerà ad un altro spettatore che farà la stessa cosa visualizzando un’altra carta, tutto questo sarà ripetuto per un totale di 5 spettatori ( Il mentalista non tocca mai le carte ). A questo punto l’esecutore fa alzare i cinque volontari invitandoli a chiudere gli occhi ed a pensare ognuno alla propria carta. Concentrandosi comincerà ad indicare uno alla volta i volontari nominando la carta che ognuno aveva liberamente scelto!

STAMPE MENTALI

Il mentalista mostra al pubblico una serie di cartoncini bianchi su entrambi i lati dichiarando però di avere in mano cartoncini con diverse immagini impresse! Mentre fa scorrere tra le mani i cartoncini, l’esecutore invita una persona a dirgli stop in un punto qualsiasi. Ora lo spettatore è invitato a prendere visione dell’immagine impressa su quel cartoncino bianco! ( risate del pubblico ) e a disegnare in segreto ciò che secondo lui ha visto su un biglietto completamente vuoto su entrambi i lati! Il mentalista a sua volta eseguirà un disegno, una volta mostrati i fogli le immagini coincideranno!

PENSA UNA CARTA ED IO TE LA TROVO!

L’esecutore invita un volontario a mescolare un mazzo di carte, dopodiché questi dovrà pensare, solo pensare una qualsiasi carta. Ora l’esecutore prende il mazzo facendolo scorrere tra le sue mani e chiedendo allo spettatore di immaginare nella sua mente la carta pensata. Il mentalista dopo un po’  ne tira fuori una per metà, ed esitando “scherzosamente” la estrae mostrandola al volontario e al pubblico, la carta è quella pensata!

DUE SOFFI AL CUORE

Il mentalista invita due volontari a collaborare per un esperimento di “psicocinesi”. Li fa posizionare a distanza l’uno dall’altro. L’esecutore dopo averli fatti rilassare invita  uno dei due a chiudere gli occhi e a posizionare la propria mano sinistra ( del cuore ) sul proprio petto. Ora il secondo spettatore viene invitato a posizionarsi allo stesso modo, dopo qualche istante l’esecutore soffia sulla mano di quest’ultimo per due volte. A questo punto chiede al primo spettatore ( che è distante ) se ha percepito qualche sensazione mentre era ad occhi chiusi, e questi dichiarerà di aver avvertito due soffi ben distinti sulla propria mano!

 

N.B.: all’interno dell’ebook sono presenti i link ai 7 Video esplicativi !

 

Acquista ora

Prezzo: € 49,99